Logosito

Member Login

ttt
Senzatitolo

Bentornata

Lente Sclerale

Logosito

Highlilights corso "Bentornata Lente Sclerale"


AILeS ha compiuto il suo primo passo con grande successo. Questo primo corso è iniziato spiegando la Mission della neo-accademia, che non è la diffusione tout court della Lente a Contatto Sclerale (LaCS) o di una specifica geometria, ma la divulgazione della CULTURA scientifica e clinica della Lente Sclerale in Italia. Dopo di ché non poteva mancare la premessa: la LaCS non è difficile da applicare ma non è neanche, e per niente, facile. Non ci s’improvvisa applicatori di sclerali. Per applicare questa grande lente occorre una corretta formazione che, non renderà più facile questa applicazione, ma semplicemente più chiara e il più possibile gestibile.


Il corso a Roma nella sede di Opto Medica ha trattato la LaCS nella sua totalità. I relatori, nonché fondatori di AILeS, Luca Ciavarra, Daddi Fadel, Marco Iovino, Daniele Petrini, Enzo Spoto e Carlo Tronti hanno dedicato la mattinata alle tematiche di nozioni, approfondimenti e novità. Dopo una breve storia delle lenti sclerali raccontata da Enzo Spoto, Luca Ciavarra ha illustrato le sue caratteristiche fondamentali, vantaggi e indicazioni. Carlo tronti ha poi elencato i fantastici sette punti chiave dell’applicazione per poi passare ai controlli post applicativi ed il follow-up trattati da Daniele Petrini, che ha sottolineato anche l’importanza degli aspetti legali associati alla pratica contattologica sclerale e l’importanza della consegna dell’atto informativo che AILeS ha già redatto e messo a disposizione dei soci.

 Carlo Tronti ha ripreso la parola per illustrare delle note di anatomofisiologia oculare spiegando i motivi dell’insorgenza di alcune avversità e complicanze nel percorso applicativo. A seguire le news e le innovative proposte da Daddi Fadel dopo aver esposto la rilevanza della zona di allineamento sclerale sia nelle considerazioni del diametro totale della lente che nella classificazione delle LaCS. L’OCT s’inserisce nel contesto delle nuove tecnologie a supporto dell’applicazione e dei controlli delle lenti sclerali con Marco Iovino che spiega i vari motivi per cui può essere integrato con successo nella nostra pratica clinica. Iovino conclude considerando la Tomografia a Coerenza Ottica non indispensabili ai fini dell’applicazione ma molto utili per lo sviluppo di geometrie personalizzate e per i controlli nel Follow-up delle LaCS. La mattinata è terminata con Luciano Sassano che ha chiarito le caratteristiche e i benefici dell’uso dell’OCT nella valutazione clinica contattologica.


Nel pomeriggio, dedicato totalmente alla pratica, sono state applicate e valutate, al biomicroscopio e all’OCT, delle lenti sclerali di diversi diametri, piccoli, medi e grandi, rispettivamente dai dai tre set di prova prestati cortesemente da Medlac, TsLac e Soleko. Marco Iovino, Marco Tovaglia e Enzo Spoto hanno spiegato in modo dettagliato ed esauriente tutte le fasi e le modalità di applicazione e di controllo esponendo le probabili avversità e complicanze. Questa sezione pratica ha completato tutto quello che è stato esposto nella prima parte teorica.


I presenti in sala erano 31, un numero che ha superato le aspettative degli organizzatori, coscienti del fatto che non solo la lente sclerale è di una lente di nicchia ma anche l’applicatore di una lente sclerale è un applicatore di nicchia, portando al sold-out anticipato del corso.

Dal questionario di gradimento compilato dai partecipanti, arrivati da diverse parti dell’Italia, Sardegna, Reggio Calabria, Lecce, Foggia, Napoli, Salerno, Potenza, Teramo, Terni, L’Aquila e Roma, sono sorti giudizi molto positive con più del’86% delle loro aspettative soddisfatte.


Il nostro messaggio finale, che teniamo a ribadire ancora, è l’invito a non banalizzare anche questa lente come abbiamo fatto con delle altre. Il nostro esorto è quindi di rispettare la Lente Sclerale, madre di tutte le lenti, e di lasciarla “Grande” in tutti i sensi!


Insomma, questo passo ha avuto un grande successo grazie all’entusiasmo e al duro lavoro dei fondatori, ma anche all’eccezionale ospitalità della sede Opto Medica, alla presenza dell’innovativo OCT (CSO-Zeus) con Luciano Sassano e alla singolare collaborazione contemporanea tra le aziende italiane fornitrici di lenti sclerali, che Ailes ringrazia vivamente. Infine, il nostro straordinario ringraziamento va infine ai partecipanti e ai soci che hanno creduto nella nostra Accademia Italiana Lenti Sclerali. Il nostro successo è nella vostra soddisfazione e crescita.


Vi diamo il prossimo appuntamento il 17 marzo a Roma per il secondo corso AILeS con la docente Dott.ssa CHRISTINE SINDT.


Daddi Fadel

Docenti

Per informazioni

Image31-10-2016a18.56
carlo
IMG3013

Carlo Tronti


Daddi Fadel


Enzo Spoto


144332219014139766307913123399669066149158n
190968810183113826971387n
11017163102062026748158862075411756086248633o

Marco Iovino


Luca Ciavarra


Daniele Petrini


Eventi & News

Collaborazione con SLS

Patrocino AILAC

Progetto Banca Foto

Soci

Storia

Cos'è la sclerale

Come applicare la sclerale

Case reports

Fitting FAQ's

Download documenti

Living library

PDF eventi AILeS

Professionisti

Perchè Associarsi

Chi può associarsi

Come associarsi

​SLS

Download

Highlights

Eventi AILeS

Chi siamo

Chi è AILeS

Perchè AILeS

La Mission

Pazienti

Perchè la sclerale

Uso delle sclerali

Capire le sclerali

Trova specialista

Glossario

FaQ

logo

Sede Legale:  Via Campore, 67/A  Montopoli di Sabina (Rieti)   -  Email: segreteria@ailes.it  -   Codice Fiscale: 90076290577 -  PIVA 01177050570

Le informazioni contenute in questo sito hanno solamente lo scopo di fornire informazioni generali sulle lenti a contatto sclerali e non sostituiscono in alcun modo il parere di uno specialista.

 

E' assolutamente vietata la ripoduzione, anche parziale, dei contenuti, loghi e immagini senza una previo consenso scritto (L 633/1941).

 

 © 2018 AILeS. Tutti i Diritti Riservati.

Create a website